SHINKO E LA MAGIA MILLENARIA

15,00

di Nobuko Takaji 15×21, 256 pagine

ISBN 9788885457270

Disponibile

COD: LG-11-2 Categorie: , Tag:

Descrizione

Shinko ha nove anni, una logica tutta sua, un nonno con cui condivide sogni e segreti, e, soprattutto un ciuffo di capelli ribelle capace di avvertirla quando sta per accadere qualcosa di particolare.

È il 1955, trentesimo anno dell’Era Showa, e il Giappone punta alla modernizzazione pur rimanendo legato alle proprie tradizioni. E così, mentre i ciclomotori sostituiscono le biciclette, i manga di Astro Boy sono ormai più letti dei classici letterari, James Dean arriva al cinema con La valle dell’Eden, e la radio è ancora il mezzo di comunicazione principale, la vita si svolge ancora principalmente all’aria aperta, dove Shinko e i suoi amici possono soddisfare la loro voglia di esplorazione. Sia di luoghi, sia dell’animo umano.

Da questo romanzo, il film d’animazione Shinko e la magia millenaria di Sunao Katabuchi, pluripremiato regista di In questo angolo di mondo e assistente alla regia di Hayao Miyazaki per Kiki Consegne a domicilio dello Studio Ghibli.

Un delicato, divertente, preziosissimo racconto semiautobiofrafico sul meraviglioso mondo dei bambini nel secondo dopoguerra del Sol Levante.

Nobuko Takagi (Hofu, 1946) si diploma presso l’università Tokyo Joshi Tankidai, lavora per una casa editrice, poi debutta nel 1980 come autrice con Sono hosoki michi. Nel 1984 vince l’ambito Premio Ryunosuke Akutagawa con Hikari idaku tomo yo, e da quel momento conquista i più prestigiosi riconoscimenti letterari giapponesi: nel 1995 il Premio Joryu Bungakusha per la Letteratura Femminile con Suimyaku, nel 1999 il Premio Junichiro Tanizaki per Toko no ki, nel 2006 il Premio del Ministro dell’Istruzione per Hokkai, e nel 2010 il Premio Letterario Yasunari Kawabata per Tomosui. Nel 2009 le viene conferita la Medaglia d’Onore con Nastro Viola per gli eccellenti risultati in campo culturale, e insignita dell’Ordine del Sol Levante per aver contribuito allo sviluppo della cultura, culminando nel 2017 con il Japan Art Academy Prize, dono della Casata Imperiale. Fra le sue opere principali, Mitsuko, Ganku Shanhai, Hisui, Ajia ni hitaru, Marcel, Kaguya, Shojoryoiki e Orion hiko.

Ti potrebbe interessare…